FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

LʼAccademia della Crusca striglia il Miur: "Abbandona lʼitaliano"

Gli accademici se la prendono soprattutto con un documento, il "Sillabo programmatico". Ma la ministra Fedeli respinge le accuse

L'Accademia della Crusca striglia il Miur: "Abbandona l'italiano"

L'Accademia della Crusca bacchetta il ministero dell'Istruzione. Nel mirino dei linguisti c'è il Sillabo programmatico, documento dedicato alla promozione dell'imprenditorialità nelle scuole statali secondarie di secondo grado. Per i professori del gruppo Incipit dell'Accademia, il documento testimonia "l'abbandono dell'italiano", da parte del Miur, in favore di un "sovrabbondante e non di rado inutile" ricorso all'inglese.

La risposta della ministra Fedeli non si è fatta attendere. "Non capisco, sinceramente, da quali documenti o atti del Miur ricaviate la presunta volontà ministeriale di, cito, 'promuovere un abbandono sistematico della lingua italiana' - ha scritto -. È sbagliato, secondo me porre in alternativa l'italiano - il cui valore va non solo difeso, ma anche consolidato e promosso, come ha fatto il Ministero che ho avuto in quest'ultimo anno e mezzo l'onore di guidare - e l'inglese - che ritengo debba diventare lingua obbligatoria fin dalla scuola dell'infanzia, insegnato da docenti madrelingua".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali