FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il papà di Luigi Di Maio: "Ho condonato una casa fatta nel 1966"

"Eʼ lʼabitazione dove mio figlio risiede, ma che allʼepoca non stava neppure nei conti di essere concepito", ha detto a "Stasera Italia"

"Dove sta la notizia? Io ho condonato una casa fatta nel 1966 da mio padre, dove mio figlio risiede, ma che all'epoca non stava neppure nei conti di essere concepito". Antonio Di Maio, padre del vicepremier Luigi Di Maio, a "Stasera Italia" su Retequattro, ha risposto così a proposito del condono richiesto per sanare alcuni abusi edilizi sulla casa in cui vive ancora oggi il figlio.

Alla domanda se lui sia favorevole al condono, ha risposto: "No, non sono favorevole al condono, ma tenga presente che in quell'epoca, fino a pochi anni fa, per avere una concessione in questo comune (Pomigliano, ndr) si aspettavano almeno due o tre anni".

E ha concluso: "Qual è la stranezza? La legge consentiva di regolarizzare alcune case che fossero state fatte abusivamente o che non avessero certificazioni. Si potevano condonare. Visto che la spesa non era immane ho pensato di sanare il tutto".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali