FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Tensione nel governo sui sottosegretari, ma arriva l'ok alle nomine | A Gabrielli la delega ai Servizi, Moles all'Editoria

Nella lista figurano 19 donne e 20 uomini. Borgonzoni ai Beni culturali, mentre il sottosegretario allo Sport sarà designato in seguito

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla lista dei sottosegretari del governo Draghi. Dei 39 nominati, 19 sono donne e 20 uomini. L'ok è arrivato al termine di un confronto a tratti teso tra i partiti, che ha causato anche una sospensione di una quarantina di minuti. Il capo della polizia, Franco Gabrielli, avrà la delega ai Servizi segreti. Al senatore di Forza Italia Giuseppe Moles va quella all'Editoria.

Nominati sei viceministri Il Consiglio dei ministri ha nominato sei viceministri, tra i 39 sottosegretari: si tratta di quattro donne e due uomini. Marina Sereni (Pd) sarà viceministro agli Esteri, Laura Castelli (M5s) all'Economia, Gilberto Pichetto Fratin (Fi) e Alessandra Todde (M5s) allo Sviluppo economico, Teresa Bellanova (Iv) e Alessandro Morelli (Lega) alle Infrastrutture e Trasporti. 

 

Tutti i nomi dei sottosegretari Nicola Molteni (Lega), Ivan Scalfarotto (Iv) e Carlo Sibilia (M5s) sono stati indicati come sottosegretari all'Interno. Manlio Di Stefano (M5s) e Benedetto Della Vedova (+Europa) vanno agli Esteri. Per Infrastrutture e Trasporti il Cdm ha nominato Giancarlo Cancellieri (M5s), mentre alla Salute Andrea Costa affiancherà il riconfermato Pierpaolo Sileri (M5s). Deborah Bergamini (Fi) e Simona Malpezzi (Pd) sono i nuovi sottosegretari ai Rapporti con il Parlamento, Dalila Nesci (M5s) a Sud e coesione territoriale, Assuntela Messina (Pd) a Innovazione tecnologica e transizione digitale.

 

 

Lucia Borgonzoni (Lega) va ai Beni e attività culturali, Vincenzo Amendola (Pd) agli Affari Europei. All'Istruzione arrivano Barbara Floridia (M5s) e Rossano Sasso (Lega), mentre Bruno Tabacci (Centro democratico) è stato designato sottosegretario per il Coordinamento della politica economica. Al Lavoro nominati Rossella Accoto (M5s) e Tiziana Nisini (Lega), alla Giustizia Anna Macina (M5s) e Francesco Paolo Sisto (Fi). Ilaria Fontana (M5s) e Vannia Gava (Lega) indicate per il Ministero della Transizione ecologica, Francesco Battistoni (Fi) e Gian Marco Centinaio (Lega) per quello dell'Agricoltura. Giorgio Mulé (Fi) e Stefania Pucciarelli (Lega) sono i nuovi sottosegretari alla Difesa. Al Mef arrivano Claudio Durigon (Lega), Maria Cecilia Guerra (Pd) e Alessandra Sartore (Pd), al Mise Anna Ascani (Pd), all'Istruzione Barbara Floridia (M5s) e Rossano Sasso (Lega).

 

Governo, Draghi completa la squadra: nominati i 39 sottosegretari

 

Il via libera dopo la lite tra i partiti I veti reciproci e il pressing dei partiti della larga maggioranza hanno complicato la partita fino all'ultimo. Tanto che a un certo punto il Cdm viene sospeso, addirittura con l'ipotesi di uno slittamento al giorno dopo. Poi, finalmente, la chiusura del cerchio. Nel gioco dei pesi fra i partiti, il conto vede 11 sottosegretari per il M5s, 9 per la Lega, 6 per FI e Pd, 2 per Italia Viva, uno di Leu, uno del centro democratico, e uno di +Europa. Resta da sciogliere il nodo sport: la delega, viene spiegato, sarà assegnata successivamente. 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali