FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Di Battista: "Stop ai due mandati? Non mi riconoscerei più nel M5S | Con il bipolarismo si tornerebbe alle spartizioni di potere"

Lʼex deputato pentastellato aveva definito "morte nera" lʼipotesi di una alleanza strutturale con il Pd: "Sarebbe lo stesso se ci fosse la Lega al posto del Partito Democratico"

Secondo Alessandro Di Battista quella dei due mandati "non è un'opzione ma una regola fondativa del M5S" senza la quale "non mi ritroverei più nel Movimento". L'ex deputato ha poi aggiunto che "il Movimento si sta indebolendo perché sta tornando al bipolarismo. Il M5S è nato per ostacolare il bipolarismo che è il sistema più gradito all'establishment grazie al principio della spartizione di potere". 

Nel libro di Bruno Vespa "Perché l'Italia amò Mussolini e come ha resistito alla dittatura del virus", Alessandro Di Battista torna a sferzare il Movimento Cinque Stelle nei giorni degli Stati Generali da lui più volte richiesti. Alla domanda ""Pensa di lasciare il Movimento?", Dibba ha così risposto: "Se ne condivido il progetto resto, se non lo condivido me ne vado. E' evidente che se il Movimento Cinque Stelle diventasse un partito come gli altri come quelli denunciati nel 1981 da Berlinguer che occupavano le istituzioni io non mi ci riconoscerei e me ne andrei". Ma in caso condividesse il progetto del Movimento, tornerebbe a ricandidarsi? "Oggi mi candiderei per un Movimento estraneo alle coalizioni di destra e di sinistra che si presenti da solo con un programma preciso". Confermato, quindi, quanto espresso ufficialmente con la mozione presentata il 14 ottobre.

 

"Se il Movimento Cinque Stelle andasse alle elezioni in coalizione con il Pd, prenderebbe l'8 per cento. Infatti se fossi un dirigente del Pd farei di tutto per stare in coalizione con noi perciò rifiuto questa ipotesi", aggiunge. "Dobbiamo andare alle elezioni da soli per poi decidere con chi andare al governo. Ma un conto è fare una trattativa stando al 33%, un conto è farla con l'8%". "Un'alleanza col Pd resterebbe la Morte Nera?", chiede Vespa. "E' esattamente quello che penso. Ma parlerei di Morte Nera anche in caso di alleanza strutturale con la Lega".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali