FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, Beppe Sala al governo: "Riaprire al più presto Milano"

Il sindaco meneghino si smarca dallʼidea di serrata totale: "Ci sono persone che se non lavorano non arrivano a fine mese"

Coronavirus, Milano deserta: mezzi pubblici vuoti e mercati abbandonati

Mascherine sul volto, mezzi pubblici meno affollati e mercati rionali con poca gente.  Solo in centro si vedono ancora turisti ma tutti con la mascherina.: Milano affronta l'impennata della diffusione di contagi da Coronavirus fra precauzioni e normalità. Trenord e Atm hanno anche annunciato di aver effettuato una sanificazione straordinaria dei treni e delle carrozze metro in questi giorni. Una città un po' più vuota, compresi gli scaffali di qualche supermercato, e meno attiva. Ma si tratta di una somma di fattori: tanti stanno lavorando da casa, le multinazionali hanno permesso lo smartworking, le scuole chiuse e qualche vacanza magari già preventivata in occasione del Carnevale, che a Milano e provincia finisce il 29 febbraio.

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, che quando era scoppiata l'emergenza coronavirus aveva detto che era "opportuno limitare la socialità" e non aveva mai preso le distanze con la Regione, ora si smarca dall'idea di serrata totale. E chiede al governo di "poter riaprire la città meneghina". "Ho sentito il premier Conte e l'ho invitato a rendersi conto di persona della nostra situazione", ha detto a La Repubblica.

"Milano a luci spente non piace a nessuno, che sia una città riaperta al più presto nel rispetto della sanità pubblica", ha aggiunto il primo cittadino. Dello stesso parere anche il governatore del Piemonte Cirio e quello dell'Emilia-Romagna Bonaccini. 

 

In particolare Sala ha parlato anche con il ministro dell'Economia Gualtieri e dei Beni culturali Franceschini: "Ai ministri, ho chiesto rispettivamente un supporto economico e la riapertura della città a partire dai musei, la cultura è vita".

 

Un occhio di riguardo va ai piccoli imprenditori: "Ci sono persone che se non lavorano non arrivano a fine mese ed è a queste che deve pensare il sindaco di una città, se la vuole solida, attiva e internazionale come è la nostra", ha concluso. Da lunedì, quindi, si prospetta il ritorno alla normalità.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali