FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Biella: dopo il rifiuto della cittadinanza onoraria, Ezio Greggio annulla anche la visita | Sindaco: errore di comunicazione

Lo showman era atteso in città per una serie di eventi ma ha declinato lʼinvito per rispetto della senatrice Liliana Segre, cui la giunta aveva rifiutato un analogo riconoscimento

Non si placano le polemiche a Biella per la cittadinanza onoraria rifiutata da Ezio Greggio per rispetto della senatrice a vita Liliana Segre, cui la giunta comunale leghista aveva rifiutato un analogo riconoscimento. Lo showman ha poi fatto sapere di voler annullare la visita in programma sabato nel Comune piemontese.

Greggio era atteso all'Istituto Eugenio Bona, scuola in cui ha conseguito la maturità nel 1973, nel reparto di pediatria dell'ospedale e al Rotary Club, per un incontro benefico organizzato proprio con l'amministrazione comunale per raccogliere fondi a favore della sua associazione "Ezio Greggio per i bambini nati prematuri".

 

Il sindaco: "Errore di comunicazione" Il sindaco Claudio Corradino ha spiegato che "questa vicenda è nata male, per un errore di comunicazione che abbiamo fatto. Si sono messe insieme due questione che non hanno nulla a che fare. Sono separate. La casualità temporale è che da tre mesi stiamo lavorando con Ezio Greggio e l'altro giorno è arrivata una mozione su Liliana Segre". 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali