FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Anche in Regione Liguria ingresso vietato in ospedale a donne con burqa

La norma è già operativa in Lombardia. Lʼassessore alla Sanità: "Una misura anti-discriminatoria a difesa della libertà delle donne"

La Regione Liguria vieterà l'ingresso nelle strutture sanitarie a chi indossa il burqa. Lo ha annunciato, in Consiglio regionale, l'assessore alla Sanità Sonia Viale. "Ritengo corretto che la Regione assuma una misura fortemente anti-discriminatoria a difesa della libertà delle donne. Questo anche nel rispetto delle normative di sicurezza vigenti che vanno applicate anche nelle nostre strutture", ha affermato l'esponente della Lega Nord.

La misura, già attiva in Regione Lombardia, viene presa, continua Viale, "alla vigilia della ricorrenza dell'8 marzo, giornata internazionale della donna, per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze di cui sono state e sono ancora oggi oggetto, in diverse parti del mondo".

M5s: "Così si riducono i diritti delle donne" - La portavoce del M5s Liguria Alice Salvatore definisce invece la delibera "discriminatoria e incostituzionale: invece di estendere i diritti delle donne, li riduce ulteriormente. Un pessimo segnale, alla vigilia dell'8 marzo, che offende tutte le donne".

E spiega: "Inorridisce l'idea che, nel 2017, si possa impedire alle donne l'accesso alle cure sanitarie essenziali solo ed esclusivamente per i vestiti che indossa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali