FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Alfano, il ministro dei record: è il più longevo della nostra storia repubblicana

Ufficialmente lʼ8 maggio il responsabile degli Esteri entrerà nella storia: esattamente 10 anni fa giurava come ministro della Giustizia e da allora, salvo la parentesi Monti, è sempre rimasto in sella

Alfano, il ministro dei record: è il più longevo della nostra storia  repubblicana

In uno dei momenti più critici della vita democratica del Paese, in pieno "risiKo" governativo da più di 60 giorni, una certezza, una delle poche: Angelino Alfano. Sebbene dopo 17 anni ininterrotti non sia più neanche parlamentare, l'atturale titolare del dicastero degli Esteri con 1836 giorni da ministro ha battuto tutti i record di permanenza al governo conquistando il titolo di ministro più longevo della storia della Repubblica italiana.

Ex giovane democristiano, fu eletto nel 1996 all'Assemblea regionale siciliana e poi, cinque anni dopo, nel 2001 deputato. Alfano è diventato nel 2005 coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia e poi è stato rieletto deputato nel 2006 e nel 2008, quando con il quarto governo Berlusconi fu nominato Guardasigilli.

E' stato il più giovane inquilino di quel dicastero a 37 anni, 6 mesi e 8 giorni. Da allora si sono aggiunti dicasteri importanti: dall'incarico al Viminale nell'esecutivo Letta (di cui è stato anche vicepremier) agli Esteri, dove ancora resiste nonostante non sia più parlamentare, con il premier Gentiloni. Ad oggi il ministro classe 1970, ha occupato tutte le caselle più delicate: una "riserva" alla quale attingere. Insomma Alfano c'è, una certezza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali