FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Miranda Kerr si sposa con Evan Spiegel fondatore di Snapchat

La top model ha detto sì alla proposta di nozze del fidanzato. Lʼannuncio e lʼanello sui social

Miranda Kerr si sposa con Evan Spiegel fondatore di Snapchat

La top model Miranda Kerr e il fondatore di Snapchat Evan Spiegel si sposano. L'ex angelo di Victoria's Secret ha accettato la proposta di matrimonio di Even con cui è fidanzata dal 2015: “I said yes!” ha cinguettato mostrando un anello con diamanti.

Nello scatto postato dalla Kerr ci sono l'anello e due personaggi disegnati in stile cartone animato in cui si vede un uomo inginocchiato che dice "Sposami". Poi nella didascalia che accompagna l'immagine, Kerr ha aggiunto: "Ho detto sì". I due si erano incontrati la prima volta durante una cena nel 2014 e hanno iniziato a frequentarsi nel 2015.

"Mi sento incredibilmente fortunata ad averti come compagno", aveva scritto per il compleanno del compagno la Kerr. Miranda è stata sposata con Orlando Bloom nel 2010, dal loro matrimonio sono nati due figli. Nell'ottobre 2013, Kerr e Bloom hanno confermato di essersi separati già da diversi mesi e di voler mettere fine al loro matrimonio.

Miranda Kerr si sposa con Evan Spiegel fondatore di Snapchat

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali