FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Writers italiani fermati a Betlemme, la Farnesina segue il caso

Tra gli arrestati cʼè lo street artist napoletano Jorit Agoch. La loro colpa è lʼaver realizzato un murales dedicato a una attivista palestinese

Il consolato generale a Gerusalemme e l'Ambasciata d'Italia a Tel Aviv, in stretto raccordo con la Farnesina, seguono con la massima attenzione il caso dei due italiani fermati a Betlemme ai quali stanno fin d'ora prestando ogni possibile assistenza, in contatto con le autorità locali e le famiglie. I due connazionali fermati fra gli autori di un "murales" che rappresenta la giovane attivista palestinese incarcerata e poi liberata Ahed Tamim.

I due cittadini italiani, tra cui "street artist" napoletano Jorit assieme ad un palestinese, sono stati arrestati dalle forze di sicurezza israeliane perché autori di un "murales" dipinto sul muro di separazione che corre nella zona di Betlemme e che rappresenta la palestinese Ahed Tamimi: lo ha reso noto l'Organizzazione per la Liberazione della Palestina. Tamimi era stata arrestata nello scorso dicembre dopo aver schiaffeggiato un soldato israeliano di fronte alla sua casa in Cisgiordania. Il murales voleva essere un omaggio al suo ritorno in libertà. La giovane è stata rilasciata domenica.

Jorit aveva lanciato un appello dal suo profilo Facebook. Jorit Agoch, napoletano di origini olandesi, è noto nel capoluogo partenopeo per alcuni murales che ricoprono intere facciate di edifici dedicati a campioni del pallone come Diego Armando Maradona, raffigurato con dei segni sul viso nello stile dei tatuaggi maori, o grandi rappresentanti della napoletanità come l'attore Massimo Troisi. Nel post su Fb in cui rende noto l'arresto chiede aiuto.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali