FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Velista indiano alla deriva, la Marina lo salva: "Tomy è gravemente ferito"

Lʼuomo è rimasto colpito dallʼalbero della sua imbarcazione che si è spezzato durante una tempesta. Portato via da nave francese

Velista indiano alla deriva, la Marina lo salva: "Tomy è gravemente ferito"

La Marina indiana ha fatto sapere di aver salvato il velista Abhilash Tomy, che era rimasto ferito gravemente e bloccato nella sua barca in una zona remota dell'Oceano Indiano. Tomy partecipava alla gara in solitaria Golden Globe Race. "Tomy è stato portato in salvo in sicurezza", ha twittato un portavoce della Marina.

L'albero della Thuriya, la sua imbarcazione, si è rotto nel corso di una tempesta nell'Oceano Indiano. Il navigatore è stato tratto in salvo da una nave peschereccio francese. "E' ferito e dolorante, ma cosciente", ha riferito la Marina Militare indiana. Entro poche ore l'imbarcazione francese con a bordo Tomy dovrebbe raggiungere l'isoletta più vicina. Il salvataggio è avvenuto a metà strada tra l'isola francese Reunion e la costa australiana di Perth.

Grave infortunio alla schiena - Il velista ha riferito di avere subito "un grave infortunio alla schiena" che gli impediva di muoversi, nutrirsi o bere. Il 39enne, comandante della Marina indiana, è rimasto bloccato nella cuccetta della barca a circa 3.700 chilometri dallo Stato della Western Australia, secondo quanto riferito dagli organizzatori della gara. Due P8 Poseidon, uno dell'aviazione australiana e l'altro dell'esercito indiano, hanno sorvolato lo yacht per ispezionarlo.

Tomy aveva difficoltà anche a comunicare: usava il telefono satellitare per mandare messaggi testuali visto che quest'ultimo, rimasto danneggiato nella tempesta, non permetteva messaggi audio. Inoltre Tomy a causa dell'infortunio non poteva raggiungere il secondo telefono o la radio VHF. La Golden Globe Race prevede una circumnavigazione per 48mila chilometri del globo, in imbarcazioni simili a quelle che furono usate nella priva competizione cinquant'anni fa, senza tecnologie moderne fatti salvi i dispositivi per la comunicazione. Lo yacht di Tomy è una replica del Suhail di Robin Knox-Johnston, che vinse la prima edizione della gara.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali