FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa: lavapiatti licenziato uccide il cuoco, polizia gli spara per liberare ostaggi

Ore di paura a Charlotte dove un uomo, arrabbiato per il licenziamento, ha tenuto in ostaggio diverse persone prima dellʼintervento della polizia

Usa: lavapiatti licenziato uccide il cuoco, polizia gli spara per liberare ostaggi

Si è conclusa la presa d'ostaggi in un ristorante di Charleston, in Sud Carolina. Un uomo, che era stato da poco licenziato, ha sparato al cuoco uccidendolo. Poi ha tenuto in ostaggio diverse persone. La polizia è però intervenuta sparando sull'aggressore che versa in condizioni critiche. Il sindaco della città ha confermato che non si tratta di terrorismo.

L'allarme era scattato all'ora di pranzo, quando il ristorante in una delle zone più frequentate di Charleston era pieno di clienti. Testimoni hanno raccontato di aver visto comparire nella sala da pranzo un uomo con addosso un grembiule, proveniva dalla cucina, aveva in mano una pistola ed esclamava: "Sono il nuovo re di Charleston!'". Non è chiaro se a quel punto avesse già rivolto la sua rabbia contro lo chef, che probabilmente riteneva responsabile del suo licenziamento, ma intimava i presenti - circa 30 persone - di rimanere a terra.

Intanto la polizia aveva evacuato e transennato l'intera zona, mentre una squadra di esperti tentava una trattativa con l'uomo armato all'interno del ristorante, da cui aveva cominciato a lasciare andare alcune persone, clienti insieme con cameriere e parte del personale addetto alla cucina. Fino all'epilogo del tragico episodio, con la cattura dell'uomo da parte delle forze dell'ordine, che è rimasto ferito ed è stato ricoverato in ospedale dove resta in condizioni critiche. Poi la conferma della morte dello chef.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali