FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Turchia, "sostegno al golpista Gulen": ergastolo per sei giornalisti e accademici

Tra loro figurano i fratelli Ahmet e Mehmet Altan e la reporter Nazli Ilicak, accusati di aver tentato di "rimuovere lʼordine costituzionale"

Turchia, "sostegno al golpista Gulen": ergastolo per sei giornalisti e accademici

Un tribunale di Istanbul ha condannato all'ergastolo sei giornalisti e accademici turchi per aver sostenuto la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Tra loro figurano i fratelli Ahmet e Mehmet Altan e la reporter veterana Nazli Ilicak, accusati di "partecipazione a una rete terroristica" e di aver tentato di "rimuovere l'ordine costituzionale".

Ahmet Altan, ex direttore del quotidiano Taraf, è tra i più noti giornalisti turchi. Il fratello Mehmet è scrittore e professore universitario di economia. La Ilicak, anch'essa nota reporter e commentatrice, ha scritto in passato per il giornale dei "gulenisti", Zaman, oggi chiuso.

Tutti si trovavano in custodia cautelare in carcere da oltre un anno, accusati tra l'altro di aver inviato in una trasmissione tv "messaggi subliminali" di propaganda a favore del tentativo di golpe del 15 luglio 2016, poco prima che avvenisse. Gli altri condannati sono Sukru Tugrul Ozsengul, Yakup Simsek e Fevzi Yazici. Gli imputati si erano dichiarati innocenti.

A gennaio, due diversi tribunali locali di Istanbul si erano rifiutati di dare seguito a una decisione della Corte costituzionale turca, che aveva ordinato il rilascio di Mehmet Altan insieme a un altro giornalista veterano, Sahin Alpay, anch'egli accusato di sostegno a Gulen. Il braccio di ferro giudiziario aveva suscitato nuove polemiche sulle garanzie dello Stato di diritto in Turchia.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali