FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Trump e intercettazioni, la Casa Bianca contro lʼFbi: "Il Congresso indaghi"

Trump: "Inaccettabili le parole di Comey", che ha chiesto al Dipartimento di Giustizia di respingere le richieste del presidente. Si rischia un cortocircuito istituzionale

Trump e intercettazioni, la Casa Bianca contro l'Fbi: "Il Congresso indaghi"

"Chiediamo solo che il Congresso faccia il suo lavoro, che la commissione di Intelligence indaghi" in merito ai sospetti che Obama abbia ordinato di intercettare Donald Trump. Lo dice una portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, aggiungendo: "Ritengo che il presidente non accetti" quanto affermato dal direttore dell'Fbi, James Comey, che ha chiesto al dipartimento di Giustizia di respingere pubblicamente le affermazioni del leader Usa.

Il caso è iniziato domenica mattina, quando Sean Spicer, portavoce della Casa Bianca, ha diffuso una nota nella quale il presidente chiedeva "alle Commissioni competenti del Congresso di verificare, nell'ambito delle indagini sulle attività russe, se ci siano stati abusi da parte del potere esecutivo nel 2016". In altre parole, dopo aver accusato Obama di averlo spiato, Trump ha chiesto formalmente al Congresso di indagare, nonostante Ben Rhodes, consigliere per la politica estera di Obama, avesse subito dato del bugiardo a Trump sottolineando che mai sono state disposte intercettazioni fuori dalle norme.

Una volta chiesto formalmente l'intervento del congresso, però, è entrato in scena il direttore dell'Fbi, James Comey, che ha chiesto al Dipartimento della Giustizia di respingere le richieste di Trump in quanto "false": se fosse vero, infatti, l'Fbi avrebbe violato la legge intercettando illegalmente il candidato repubblicano. Comey, del resto, non è stato l'unico a prendere posizione: anche James Clapper, ex direttore dell'Intelligence nazionale (l'ufficio di collegamento tra tutte le agenzie di intelligence e la Casa Bianca), ha smentito il presidente, spiegando che se Obama avesse ordinato di intercettare il tycoon "l'avrei saputo", mentre "non mi risultano intercettazioni".

Ora però il caso rischia di trasformarsi in un cortocircuito istituzionale, con Trump che chiede indagini e l'Fbi che chiede di archiviare il caso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali