FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terrorismo, foreign fighter italo-marocchino arrestato in Siria

In manette un 25enne nato in provincia di Brescia: si era radicalizzato in Germania, poi aveva combattuto con Al Qaeda e con lʼIsis

Un foreign fighter italo-marocchino è stato arrestato in Siria dalla polizia nell'ambito di un'indagine della procura di Brescia partita nel 2015. Nei confronti del 25enne, che ha combattuto prima con le milizie vicine ad Al Qaeda e successivamente con l'Isis, pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo. L'uomo è stato trasferito in Italia.

Il giovane, Samir Bougana, nato in provincia di Brescia, nel 2013 in Siria si era unito prima alle milizie qaediste e poi a quelle dello Stato Islamico partendo dalla Germania, dove si era trasferito qualche anno prima e dove aveva cominciato a frequentare ambienti islamisti che avevano contribuito a radicalizzarlo.

Le indagini nei suoi confronti furono avviate nel 2015 dalle Digos di Brescia e di Mantova, sulla base di segnalazioni pervenute all'antiterrorismo da parte delle autorità tedesche che avevano anche avviato indagini sulla moglie di Bougana, una donna di origine turca. Proprio la donna aveva raggiunto dopo pochi mesi il marito, dal quale ha poi avuto tre figli nati in Siria.

L'arresto del foreign fighter è stato reso possibile da un’operazione internazionale condotta con l'Fbi statunitense e la Direzione Centrale della polizia di prevenzione, e a cui hanno contribuito l'Aise e il ministero degli Affari Esteri. Le autorità statunitensi, in particolare, hanno tenuto i contatti con le forze curdo-siriane a cui Bougana si era arreso nell'agosto 2018.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali