FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Svezia nella Nato entro giugno: piano svelato dai media locali | Finlandia: "Su adesione decisione a breve, vogliamo evitare quanto successo a Kiev"

"C'è un prima e un dopo il 24 febbraio", ha affermato il premier svedese Magdalena Andersson. Secondo il primo ministro di Helsinki Sanna Marin "il nostro processo sarà veloce" 

L'obiettivo è che la Svezia aderisca alla Nato entro giugno.

Lo rivelano fonti riportate dal quotidiano svedese Svenska Dagbladet. "C'è un prima e un dopo il 24 febbraio", ha affermato il premier svedese

Magdalena Andersson

facendo riferimento all'invasione russa in

Ucraina

. L'informazione arriva in parallelo con la nuova analisi della politica di sicurezza da parte della

Finlandia

, che deciderà "entro poche settimane" sull'adesione all'Alleanza, ha detto invece il premier di Helsinki,

Sanna Marin.

 


Svezia: "Soppesare pro e contro" -

In una conferenza stampa congiunta con Marin a Stoccolma, il premier svedese Andersson ha commentato la possibilità di adesione alla Nato spiegando che "ci sono argomenti da analizzare con molta attenzione. Bisogna soppesare tutti i pro e i contro. Allo stesso tempo, non vedo alcun motivo per rinviare la decisione. Avremo le elezioni a settembre e dobbiamo anche essere in grado di concentrarci su questo". Andersson ha quindi sottolineato quanto "sarà importante per la Svezia la scelta della Finlandia in questa materia: la scelta di rotta che farà la Finlandia ovviamente ci influenzerà".


I civili ucraini rientrano a Irpin: la città è distrutta, ma si torna a sorridere

Gli abitanti di Irpin, una delle città-simbolo della prima fase della guerra in Ucraina (la foto con i civili in fuga radunati sotto un ponte distrutto e aiutati dai soldati ad attraversare il fiume era presto diventata virale), hanno iniziato a tornare a casa dopo la ritirata delle truppe russe. E anche se la città ha subito profonde ferite a causa dei cruenti combattimenti, tra la popolazione civile spunta qualche timido sorriso di speranza.

Leggi Tutto Leggi Meno


Finlandia: Vogliamo evitare quanto successo a Kiev" -

"La Russia è il nostro vicino. Abbiamo un lungo confine con la Russia e vediamo come si comportano in Ucraina adesso. È una guerra in Europa che non volevamo accadesse, ma ora purtroppo è così. Pertanto, dobbiamo ovviamente porci la domanda su come possiamo fare in Finlandia per evitarlo", ha affermato il premier di Helsinki, Sanna Marin. Marin ha parlato anche degli eventuali rischi dell'adesione del paese scandinavo alla Nato. "Ci sono ovviamente diversi rischi per i quali dobbiamo essere pronti. Le minacce provenienti dalla Russia come attacchi informatici, attacchi ibridi e cosi' via devono ovviamente essere prese in considerazione".


 


Finlandia: "Senza la Nato nessuna garanzia di sicurezza"

"Senza l'adesione alla Nato, la Finlandia non gode di garanzie di sicurezza, nonostante sia un partner dell'Alleanza". E' quanto si legge nel Libro bianco sulla sicurezza del Paese. Il rapporto commissionato dopo l'attacco russo in Ucraina insiste sul fatto che solo i membri dell'Alleanza beneficiano dell'ombrello di difesa collettiva del famoso articolo 5 dell'organizzazione. L'adesione alla Nato fornirebbe una deterrenza "significativamente maggiore" contro un attacco alla Finlandia, si legge ancora.


 



Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali