FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Suruc, arresti dopo scontri La Turchia blocca Twitter per ore

Un tribunale vieta la pubblicazione sui siti e sui social delle crude immagini dellʼattentato kamikaze e oscura chi non rispetta la sentenza. Polemica per le foto di persone armate ai funerali

Strage di Suruc, arresti dopo scontri La Turchia blocca Twitter per ore

Un tribunale turco ha proibito la pubblicazione sui siti e sui social delle crude immagini dell'attentato kamikaze di Suruc, dove due giorni fa sono morte 32 persone. La corte ha bloccato anche la diffusione di filmati che mostrano il momento dell'esplosione. Oscurati i siti che non hanno rimosso le immagini, tra i quali, per qualche ora, Twitter. Intanto la polizia ha arrestato 49 persone durante le proteste per l'attentato.

Strage di Suruc, arresti dopo scontri La Turchia blocca Twitter per ore

Gli scontri più duri si sono verificati martedì sera nella zona asiatica di Kadikoy, dove la polizia ha disperso le proteste con lacrimogeni e cannoni ad acqua, arrestando 11 manifestanti. Secondo l'agenzia di stampa statale Anadolu, nei vari interventi delle forze di sicurezza sono anche stati sequestrati alcune armi e munizioni e 203 cocktail molotov.

Proprio in merito alle manifestazioni, stanno suscitando allarme e polemiche le immagini di alcuni manifestanti armati e con volto coperto ai funerali di alcune delle vittime della strage di Suruc. Le foto, diffuse dai media locali, mostrano alcune persone che imbracciano kalashnikov e pistole tra le centinaia che partecipavano alla cerimonia funebre per Ismet Seker e Cemil Yildiz. Secondo testimoni, uno di loro avrebbe anche sparato alcuni colpi di kalashnikov in aria.

Nello stesso quartiere, martedì mattina alcuni colpi d'arma da fuoco erano stati sparati contro una centrale di polizia da assalitori non ancora identificati.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali