FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di cristiani, Al Sisi fa bombardare le basi dei terroristi in Libia

Poco prima aveva fatto appello a Trump per condurre una battaglia comune contro il terrore

Strage di cristiani, Al Sisi fa bombardare le basi dei terroristi in Libia

Responsabili egiziani hanno riferito che aerei da combattimento egiziani hanno compiuto raid e hanno colpito basi di miliziani nell'est della Libia. Si tratta, hanno detto, della risposta al sanguinoso attentato compiuto contro i cristiani copti egiziani. I raid sono stati diretti contro la città di Derna. Il presidente egiziano Abdel Fattah Al Sisi aveva annunciato i raid ma senza specificare dove fossero avvenuti.

Trump: "Stop massacro cristiani, sto con Al Sisi" - Dopo la strage su un bus di cristiani copti in Egitto, il presidente Abdel Fattah al Sisi ha rivolto un appello al presidente Usa, Donald Trump, affinché prenda la guida della lotta al terrorismo. "L'America sta con Al Sisi e con tutto il popolo egiziano mentre combattiamo per sconfiggere questo nemico comune", ha poi detto Donald Trump. Il "massacro dei cristiani deve finire e tutti quelli che aiutano chi li uccide devono essere puniti", ha aggiunto.

Prese di mira le roccaforti - Le fonti egiziane hanno spiegato che i caccia egiziani hanno preso mira le roccaforti del Consiglio della Shoura nella città libica di Darna, dove peraltro le milizie locali sono note per essere legate all'organizzazione terroristica di Al Qaeda e non allo Stato Islamico. I responsabili egiziani hanno fatto queste dichiarazioni poco dopo il discorso televisivo del presidente Abdel Fattah al Sisi nel quale venivano tra l'altro annunciati raid contro i miliziani addestrati e armati per attaccare l'Egitto, "ovunque essi siano".

Egitto, attacco a un bus di cristiani: è strage

Gli aggressori, tutti in uniforme militare e a bordo di tre fuoristrada, hanno lanciato l'attacco contro gli autobus diretti al monastero di San Samuele, situato nel governatorato di Minya, a 220 chilometri a sud de Il Cairo. Almeno 35 morti, tra cui molti bambini. (AFP PHOTO/NILE NEWS)

leggi tutto

Trump: "Proteggere cristiani in medio Oriente" - Donald Trumpha richiamato gli alleati internazionali a "proteggere e difendere" le "storiche comunità cristiane in medio Oriente". "Questo spietato attacco contro i cristiani in Egitto affligge i nostri cuori e le nostre anime. Dove viene versato del sangue innocente si infligge una ferita all'umanità", ha aggiunto in una nota diramata dalla Casa Bianca. Per il presidente degli Stati Uniti l'attacco "rende ancora più forte la nostra determinazione nel riunire le nazioni con il proposito di combattere le organizzazioni terroristiche e la loro ideologia distorta".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali