FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Riapre il Bataclan, Sting: abbiamo bisogno di una vita normale

Il 13 novembre 2015, gruppi di fuoco spararono sulla folla allʼinterno del Bataclan, ma anche tra i tavolini dei caffè e dei ristoranti parigini e allʼesterno dello Stade de France di Saint Denis, uccidendo 130 persone.

Riapre il Bataclan, Sting: abbiamo bisogno di una vita normale

"Abbiamo bisogno di ritrovare una vita normale". Lo ha detto Sting in un'intervista al quotidiano Le Parisien nel giorno del suo concerto al Bataclan che segnerà la riapertura del music hall parigino colpito dalle stragi del 13 novembre. "La musica non cambia il mondo. Il mio lavoro è far divertire le persone", aggiunge il cantante nell'intervista realizzata lo scorso ottobre e pubblicata nelle colonne del quotidiano francese.

Il 13 novembre 2015, gruppi di fuoco spararono sulla folla all'interno del Bataclan, ma anche tra i tavolini dei caffè e dei ristoranti parigini e all'esterno dello Stade de France di Saint Denis, uccidendo 130 persone. Le stragi, rivendicate dai jihadisti dello Stato islamico, hanno provocato un inasprimento delle misure di sicurezza in Francia e segnato profondamente il Paese.

Una settimana fa il procuratore capo belga ha dichiarato che l'attacco di Parigi, come quello successivo a Bruxelles furono determinati da "ordini partiti dagli alti comandi dell' Isis". Le cellule jihadiste che hanno organizzato gli attacchi del 13 novembre 2015 a Parigi e del 22 marzo 2016 a Bruxelles hanno preso ordini da dirigenti di "primo piano" dello stato islamico, ha detto il procuratore federale belga Frederic Van Leeuw.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali