FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bruxelles, a un mese dalla strage riapre la stazione di Maelbeek

"Le vittime rimangono nei nostri pensieri. Il terrore non prevarrà", scrive su Twitter la vicepresidente della Commissione europea Kristalina Georgieva

Riapre la stazione di Maelbeek, a Bruxelles, dove uno dei kamikaze jihadisti il 22 marzo si fece esplodere uccidendo 16 persone. La metropolitana della capitale belga è così tornata alla piena normalità: tutte le 69 stazioni sono aperte, con pieno orario di funzionamento dalle 5 a mezzanotte. L'accesso ad ognuna delle stazioni resta però limitato a due soli ingressi, controllati da pattuglie di poliziotti e militari.

Bruxelles prova a tornare alla normalità: riaperta la stazione della metro Maelbeek

A poco più di un mese dagli attentati del 22 marzo, torna operativa la fermata colpita dai terroristi

leggi tutto

A Maalbeek, dove sabato si è svolta una cerimonia di ricordo per parenti e amici delle vittime, è stato installato un muro per i messaggi di ricordo. "La vita deve andare avanti" scrivono molti.

"Oggi sì è riaperta la stazione metro di Maelbeek. Le vittime rimangono nei nostri pensieri. Il terrore non prevarrà", scrive su Twitter, la vicepresidente della Commissione europea Commissaria al bilancio e al personale, la bulgara Kristalina Georgieva.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali