FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siviglia, un flamenco in sedia a rotelle: la ballerina disabile alla Feria de Abril

Entra in pista sulla carrozzina lasciandosi travolgere dalla danza protagonista della festa andalusa: in coppia con lei arriva un cavaliere seduto su una sedia di plastica

Nessuno riesce a resistere al ritmo della sevillana e delle danze andaluse che nei giorni della Feria de Abril invadono il quartiere de Los Remedios di Siviglia. Una settimana di mangiate, bevute e soprattutto balli: una festa tradizionale che purtroppo finisce anche in rissa a colpi di sedie, ma stavolta le sedie sono state usate per un buon fine. Quando una ragazza in carrozzina entra in pista travolta dalla musica, compare un cavaliere per il ballo in coppia che danza con lei mettendosi seduto su una sedia di plastica. Intorno i presenti incitano i ballerini e il video dell'esibizione finisce in Rete.

Non indossa il costume tipico andaluso, non ha le nacchere e al posto delle sue gambe si muove su una sedia a rotelle, ma questo non impedisce alla giovane disabile di gettarsi nella mischia per una sevillana, il ballo tipico di Siviglia che rientra nel genere del flamenco. E al ballerino suo compagno non resta che adeguarsi: si siede su una sedia di plastica e così, in pista, si dà il via alle danze. Niente è impossibile per chi ha il ritmo nel sangue.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali