FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Siria, Isis distrugge Tetrapylon e facciata teatro romano di Palmira

LʼUnesco: "Si tratta di un crimine di guerra e unʼimmensa perdita per il popolo siriano e per lʼumanità"

Siria, Isis distrugge Tetrapylon e facciata teatro romano di Palmira

I militanti dello Stato islamico hanno distrutto uno dei più famosi monumenti della città antica di Palmira in Siria, cioè il Tetrapylon, nonché la facciata del teatro romano. Lo riferisce a Reuters il responsabile delle antichità siriane, Maamoun Abdulkarim.

I danni - Le immagini satellitari mostrano la distruzione del Tetrapilo, una struttura quadrata a sedici colonne, risalente al terzo secolo ma in gran parte ricostruita dagli archeologi, tanto che una sola colonna era ancora originale, che segnava la fine dell'antico colonnato, mentre anche la facciata dell'anfiteatro romano del primo secolo e che i jihadisti hanno utilizzato spesso per delle esecuzioni di massa mostra dei gravi danni.

L’Unesco: “Un crimine di guerra” - Immediata la reazione dell'Unesco, il cui Direttore generale Irina Bokova ha definito l'accaduto "un crimine di guerra e un'immensa perdita per il popolo siriano e per l'umanità": "Questo nuovo colpo al patrimonio culturale, poche ore dopo la notizia di un'esecuzione di massa nell'antico teatro di Palmira, mostra come la pulizia culturale degli estremisti prenda di mira sia le vite umane che i monumenti storici, al fine di privare il popolo siriano del suo passato e del suo futuro", ha concluso Bokova.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali