FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Perù, una misteriosa spaccatura rischia di far sparire Machu Picchu

Novanta famiglie a rischio per la crepa profonda fino a 11 metri nella zona montuosa della regione di Cusco. La causa? Il cambiamento climatico, le forti alluvioni e il disboscamento

Disastro idrogeologico in Perù. Una crepa ha aperto per due chilometri la terra vicino a Machu Picchu, sito archeologico Inca di rilevanza internazionale, e ora 90 famiglie che abitano nelle campagne di un paesino, nel distretto di llusco, sono in pericolo. La zona a rischio è quella della regione montuosa di Cusco visitata ogni anno da milioni di turisti. La causa è da ricercare nel cambiamento climatico, nelle forti alluvioni e nel disboscamento per creare aree coltivabili.

La misteriosa spaccatura che rischia di far sparire Machu Picchu

Foto da Gobierno Regional Cusco

leggi tutto

Secondo i media locali, già 37 case sono cadute mentre la provincia di Chumbivilcas affonda. Finora il centro sanitario del settore è crollato. Si contano 300 metri di strada distrutta. Per gli specialisti la faglia potrebbe arrivare a Tambomachay e persino alla strada Hiram Bingham di Machu Picchu. Inoltre i geologi di Cusco parlano di 53 faglie "dormienti" che in qualsiasi momento potrebbero germogliare dalla terra.

Questo fenomeno non è recente. "Il primo segnale è stato registrato nel 2012", ha affermato il capo dell'Istituto di protezione civile Gustavo Infantas. Le cause di questo tipo di disastri naturali sono generati dalla presenza di piogge o cambiamenti di temperatura. Per Infantas, quello che è successo è stato quindi causato dall'indebolimento della terra a causa della quantità di pioggia che provoca la rottura del terreno. La profondità all'inizio era di 7 metri, ma dopo altre alluvioni è aumentata fino a 11 metri.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali