FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pasticciere negò torta a coppia gay, Corte suprema Usa gli dà ragione

Lʼepisodio risale al 2012, lʼuomo giustificò la sua decisione per la sua fede cristiana

Pasticciere negò torta a coppia gay, Corte suprema Usa gli dà ragione

La Corte suprema degli Stati Uniti ha dato ragione a un pasticciere del Colorado che, nel 2012, si rifiutò di preparare una torta per un matrimonio tra due uomini. L'uomo giustificò la sua decisione per la sua fede cristiana. Una commissione del Colorado aveva stabilito, invece, che il commerciante avrebbe dovuto servire tutti i clienti, a prescindere dal loro orientamento sessuale.

Una legge, quest'ultima, che vieta ai commercianti di rifiutare i propri servizi in base alla razza, al sesso e allo stato maritale. Ma per la Corte suprema (7 sì e 2 no) la commissione per i diritti civili del Colorado ha mostrato ostilità verso la religione. Il giudice Anthony Kennedy, che con il suo voto aveva aperto al riconoscimento delle nozze gay negli Stati Uniti nel 2015, ha affermato nella sua opinione di maggioranza che la questione "deve attendere una ulteriore elaborazione".

Protagonisti della vicenda il pasticcere Jack Kennedy e i promessi sposi David Mullins e Charlie Craig, che nel 2012 si erano visti negare la torta per il loro fatidico sì. Un caso che aveva diviso l'America: da un lato gli attivisti dei diritti gay schierati con la coppia, dall'altra i sostenitori di Phillips e della sua pasticceria "Masterpiece Cakeshop". Ricorsi analoghi sono pendenti, incluso uno alla Corte suprema da parte di un fiorista che si è rifiutato di vendere fiori per un matrimonio gay.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali