FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Marocco, scontri allo stadio dopo una partita: almeno 2 morti e 54 feriti

I disordini, al termine di Raja-Chabab Rif al Hoceima (Cra), non sarebbero scoppiati tra le due tifoserie, ma tra due gruppi di supporter dello stesso Raja Casablanca

Almeno due persone sono morte e 54 sono rimaste ferite negli scontri sulle gradinate dello stadio "Mohammed V" di Casablanca, scoppiati al termine del march di sabato sera tra Raja e Chabab Rif al Hoceima (Cra). Lo rende noto la Direzione generale della sicurezza nazionale (Dgsn), citata dai media del Marocco. Gli scontri non sarebbero scoppiati tra le due tifoserie, ma tra due gruppi di supporter dello stesso Raja Casablanca.

Atti di vandalismo prima e dopo il match, 41 arresti - "Due persone sono morte al momento dell'arrivo in ospedale, una delle quali era stata ferita da un oggetto appuntito mentre l'altra non mostrava nell'immediato segni evidenti di violenza; altri 54 sono stati feriti e trasportati all'ospedale Moulay Youssef per ricevere le cure necessarie", spiega il comunicato della Dgsn.

Fuori dallo stadio 11 veicoli privati sono stati danneggiati dal lancio di pietre. Dieci persone sono state arrestate prima della partita e 31 alla fine del match.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali