FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Marocco, donne contro il divieto di bikini: "Ragazze, fate quello che vi pare"

In risposta alla campagna social maschilista che vieta il due pezzi al mare per motivi religiosi, alcune attiviste hanno provato a ribellarsi

Marocco, donne contro il divieto di bikini: "Ragazze, fate quello che vi pare"

"Sii donna, fa' quel che ti pare", è la risposta-slogan con cui alcune marocchine hanno reagito alla campagna contro il bikini lanciata nel nord Africa nel 2015 e ripresa di recente in Marocco. A Rabat al grido di "Sii uomo" (traduzione dell'hashtag "Koun-rajul") si invitano gli uomini a non far uscire di casa mogli, fidanzate o figlie con abiti succinti o in bikini in spiaggia. Per la prima volta, però, al tormentone-divieto, diventato virale grazie ai social, alcune attiviste hanno reagito duramente. Usando la stessa arma: Facebook.

La campagna maschilista si è presto diffusa in tutto il Marocco attraverso una pagina Facebook filo-islamista. A sostegno del divieto di bikini vengono riportate le parole del Profeta, citando il Corano: "Ogni donna che tolga i suoi abiti fuori dalla casa del marito, in verità è come togliesse il velo tra se stessa e Dio".

Finora più di 4mila utenti hanno messo "mi piace" alla campagna anti-bikini e in quasi 14mila l'hanno condivisa. Non solo, però. In poche ore, infatti, sono sbocciate pagine Facebook di dissenso e condanna al divieto, con foto degli Anni '60 e '70, quando sulle spiagge di Casablanca il costume a due pezzi era di moda come a Saint Tropez e si vedevano donne in minigonna come a Londra.

Alcune attiviste hanno commentato: "Solo un imbecille può aderire a una campagna del genere". E ancora, c'è chi parla di "aberrazione", di "un passo indietro di oltre 100 anni" o "la donna è un essere umano, chi sei tu per decidere cosa debba indossare?".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali