FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Libia, Sarraj lancia controffensiva anti-Haftar a sud di Tripoli

Mentre viene lanciata una nuova fase di attacco, il numero degli sfollati supera quota 30mila

Le forze leali al governo di Fayez al-Sarraj hanno lanciato una controffensiva contro le milizie del generale Khalifa Haftar a sud di Tripoli. Lo scrive Al Arabiya, citando un portavoce delle operazioni militari del governo di Accordo nazionale. "Abbiamo lanciato una nuova fase di attacco. L'ordine è stato dato sabato mattina presto per avanzare e guadagnare terreno", ha affermato Mustafa al-Mejii.

Le truppe di Sarraj avanzano dalla parte di Tewaisha, venendo da Suani Beni Adem, verso l'aeroporto nella zona di Abu Slim, circa 25 chilometri a sud ovest di Tripoli. Un vasto attacco è in corso anche sul fronte di Wadie Rabie, circa 30 chilometri a est della capitale.

L'Organizzazione mondiale della Sanità, intanto, ha aggiornato il bilancio delle vittime dall'inizio dell'offensiva a Tripoli dell'esercito nazionale libico: i morti sono circa 220, mentre i feriti sono 1.066 feriti. Il numero degli sfollati dall'inizio degli scontri è salito a 30.200.

Lʼemergenza in Libia: morti, feriti e sfollati negli scontri

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali