FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La figlia del ct del Marocco stuprata durante un reality, programma annullato

Candide Renard, 21 anni, ha subito fatto ritorno a casa. Il format, Koh-Lanta, doveva andare in onda in Francia e si girava alle Fiji. Il presunto aggressore nega tutto e annuncia battaglia

La figlia del ct del Marocco stuprata durante un reality, programma annullato

Stuprata durante un reality. La terribile esperienza sarebbe toccata a Candide Renard, figlia dell'attuale ct del Marocco, Hervé Renard. La ventunenne stava partecipando, in Francia, all'ultima stagione di Koh-Lanta, format che si richiama a Survivor e a L'Isola dei famosi.

La ragazza, racconta Le Parisien, ha presentato la denuncia dicendo di essere stata violentata da un altro concorrente della trasmissione, che però ha negato annunciando che si tutelerà in sede legale. Il programma è stato subito interrotto mentre la giovane, che per partecipare al reality aveva raggiunto le isole Fiji, è subito rientrata in Francia.

Il reality prende il nome dall'isola thailandese che ha ospitato la prima edizione, che risale al 2001. Negli anni successivi era stato girato in diverse località esotiche. Era già accaduto che il programma venisse interrotto: nel 2013 era saltato in seguito alla morte di un concorrente per un arresto cardiaco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali