FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lʼidentikit di Salah Abdeslam: dal 1989 allʼarresto del 18 marzo 2016

Il terrorista era lʼunico superstite degli attentati parigini del 14 novembre

L'identikit di Salah Abdeslam: dal 1989 all'arresto del 18 marzo 2016

Salah Abdeslam, unico superstite degli attentati di Parigi del 14 novembre 2015, nasce il 15 settembre 1989 a Bruxelles. Figlio di immigrati marocchini con cittadinanza francese, vive nel quartiere di Molenbeek. Nel 2010 Salah viene arrestato per rapina a mano armata: in carcere viene "indottrinato" da Abaaoud, ideatore della strage di Parigi, poi morto nel blitz anti-terrorismo del 18 novembre 2015 a Saint-Denis.

Uscito dal carcere, tra il 2012 e il 2014 torna a vivere a Molenbeek, dove gestisce un bar insieme al fratello Brahim, uno dei kamikaze a partecipare agli attentati di Parigi.

Il 13 novembre 2015 Salah Abdeslam partecipa agli attacchi terroristi parigini e poi si dà alla fuga. Nella mattina del 14 novembre viene fermato da alcuni agenti per un controllo stradale: non avendolo riconosciuto e non avendo trovato nulla da segnalare, gli agenti lasciano che il terrorista (in compagnia di altri due uomini) prosegua verso il Belgio.

Il 16 marzo 2016 Abdeslam, ormai diventato il ricercato numero uno in Europa, sfugge alla cattura nel blitz di Saint- Denis, in cui sono stati arrestati 4 presunti terroristi.

L'appuntamento con la cattura è solamente rimandato. Il 18 marzo 2016 gli agenti belgi scatenano un'ultima, e decisiva, offensiva contro il terrorista a Molenbeek: ferito ad una gamba, viene poi arrestato insieme ad un complice e trasportato in ospedale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali