FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lʼappello di Sami Spath Storino, lʼimprenditore colombiano a rischio estradizione: "Proteggetemi"

A Bogotà lo accusano di avere incassato indebitamente indennità sanitarie per miliardi di pesos e ha già ricevuto pesanti minacce

Sami Spath Storino, 35 anni, imprenditore colombiano con passaporto italiano, da mesi è il ricercato numero per le autorità di Bogotà: arrestato lo scorso maggio a Milano, adesso rischia l'estradizione nel paese che lo accusa di avere incassato indebitamente indennità sanitarie per miliardi di pesos. Parla in esclusiva ai microfoni di NewsMediaset e dice: "Chiedo al governo italiano prima di tutto che protegga il mio diritto alla vita… Questo perché in Colombia ho ricevuto una serie di minacce di morte rivolte a me, come alla mia famiglia e a mio fratello"

Ora in una località protetta, su di lui pende un mandato di cattura internazionale perché protagonista - secondo i giudici in qualità di corriere - di uno scandalo di corruzione senza precedenti nel sistema sanitario colombiano: un giro di mazzette pari a 35 miliardi di pesos, circa 11 milioni di euro. Il suo caso ha scosso il paese alla vigilia del recente voto presidenziale. Adesso che potrebbe essere estradata, ammette: "Sono testimone di uno dei più grandi casi di corruzione mai avvenuti in Colombia. Stiamo parlando del “cartello dell’emofilia”, il “cartello delle tangenti” e il “cartello dei giudici”.

Arrestato a Milano il 12 maggio scorso, Spath è stato scarcerato poche settimane dopo dalla Corte d'appello, in seguito a una nota pervenuta dal Ministero di grazia e giustizia. Per la prima volta, in una località segreta, ha accettato di parlare davanti a una telecamera. "Ho riconosciuto i miei addebiti con la giustizia, ma non sono stato ancora condannato. Posso accettare di tornare nel mio paese solo con delle precise garanzie. Le autorità devono offrire protezione a me e alla mia famiglia".


L'inchiesta colombiana ha evidenziato un sistema di tangenti che ha coinvolto imprenditori, politici di spicco e addirittura inquirenti, fino alla destituzione, tra gli altri, del governatore del ricco stato di Cordoba e del procuratore nazionale anticorruzione. Un anno fa Italia e Colombia firmarono un trattato bilaterale anche in materia di estradizione. Trattato mai ratificato dai due parlamenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali