FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Istanbul, esplosione vicino alla metro Sindaco: "Eʼ stata una bomba artigianale"

Lo scoppio ha causato cinque feriti. Dopo essere stata sospesa per circa unʼora, la circolazione dei treni è ripresa sullʼintera rete cittadina

Istanbul, esplosione vicino alla metro Sindaco: "E' stata una bomba artigianale"

Una forte esplosione è avvenuta nei pressi di una stazione della metropolitana a Istanbul, in Turchia, provocando cinque feriti. L'obiettivo forse era la polizia. A causare la deflagrazione, ha affermato il sindaco, è stato un ordigno artigianale. La circolazione dei treni è rimasta sospesa per circa un'ora. Lo scoppio, avvenuto a un passaggio pedonale nell'area di Bayrampasa, ha distrutto i vetri di un treno mentre sono stati evacuati i passeggeri.

Istanbul, esplosione vicino alla metro Sindaco: "E' stata una bomba artigianale"

L'obiettivo forse era la polizia - L'obiettivo della bomba potrebbe essere stato un mezzo della polizia turca, secondo quanto ipotizza la tv privata Ntv, spiegando che alcuni agenti erano passati dove è poi avvenuta l'esplosione soltanto pochi attimi prima.

Inizialmente era sembrato che lo scoppio fosse dovuto a un problema a un trasformatore elettrico, ma successivamente la sicurezza ha parlato di un ordigno rudimentale: un tubo riempito di esplosivo e altro materiale. Lo hanno riferito l'agenzia di stampa Dogan e la Cnn Turk.

Poche settimane fa l'attentato ad Ankara - Le autorità restano prudenti su dinamica e obiettivi. Anche perché le modalità non rimandano immediatamente a un'azione terroristica altamente organizzata. Ma a poche settimane dalla strage di Ankara e viste le forti tensioni con la minoranza curda nessuna pista può essere esclusa, compreso il coinvolgimento di gruppi di estrema sinistra come il Dhkp-c, già protagonisti di azioni su piccola scala a Istanbul contro le forze di sicurezza.

Tensione tra partito filo-curdo e governo - In Turchia la tensione resta alta a tre giorni dall'omicidio del capo degli avvocati curdi Tahir Elci, assassinato sabato nel centro storico di Diyarbakir, "capitale" curda del sud-est. "E' certo che la pallottola che ha ucciso sia stata sparata da un'arma della polizia - ha denunciato Selahattin Demirtas, leader del partito filo-curdo Hdp, che si è visto respingere la richiesta di creare una commissione parlamentare d'inchiesta sul delitto -. Sarebbe molto facile trovare gli esecutori se venisse trovato il bossolo del proiettile. Dal nostro punto di vista molto chiaro che in quel momento, in quell'area e in quella strada nessuno a parte agenti di polizia stava sparando. Ma per quale scopo e da quale arma" è stato colpito Elci "può essere svelato solo attraverso una corretta indagine".

Dopo l'esplosione: il video amatoriale del bus con i vetri infranti

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali