FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Israele, exit poll: Gantz avanti su Netanyahu ma è testa a testa

Secondo i primi risultati, non ancora ufficiali, nessuno avrebbe la maggioranza e sarebbe decisivo il nazionalista Lieberman

israele gantz

Il partito Blu-Bianco di Benny Gantz è in testa alle elezioni israeliane con 33 seggi alla Knesset contro i 31 attribuiti al Likud del premier uscente Benyamin Netanyahu, secondo i primi exit poll pubblicati dalla tv Canale 13 al termine del voto in Israele. L'altra emittente commerciale, Canale 12, attribuisce 34 seggi a Blu-Bianco, 33 al Likud. La tv pubblica dà invece in parità a 32 seggi i due partiti.

Il premier israeliano uscente Benyamin Netanyahu non avrebbe la maggioranza per formare un nuovo governo. In base agli exit poll di Canale 13, la coalizione di destra conterebbe su 54 seggi alla Knesset, quella di centrosinistra guidata da Blu-Bianco di Benny Gantz avrebbe 58 seggi, comunque insufficienti per raggiungere la soglia di 61 su 120. "Israel Beitenu" del nazionalista laico Avigdor Lieberman si conferma così decisivo per ogni coalizione con i suoi 8/10 seggi.

In un secondo exit poll la coalizione di centrosinistra sarebbe a 59 seggi contro i 53 del blocco di destra di Benjamin Netanyahu. Confermati dallo stesso exit poll i 15 seggi alla Lista araba unita.

Da Blu-Bianco un cauto ottimismo - La formazione di Gantz è "cautamente ottimista" in base ai risultati degli exit poll ma resta in attesa della conferma dei voti reali. Lo ha detto, citato dai media, un portavoce del partito di Benny Gantz secondo cui occorre aspettare "e sperare che sia il momento del cambio, un momento che la nazione attende". Sulle possibili alleanze per raggiungere una maggioranza, il portavoce ha sottolineato che "l'obiettivo è chiaro e nulla è cambiato: costruire uno stabile governo laico di unità nazionale senza Netanyahu. Questa notte, abbiamo fatto un passo in avanti per una nuova leadership".

Lieberman vuole governo "nazionale allargato" - C'è una sola opzione: "Un governo nazionale, liberale, allagato con Blu Bianco, Likud e Israel Beitenu". A dirlo è il leader del partito, il laico nazionalista Avigdor Lieberman che, secondo gli exit poll, è l'ago della bilancia tra la destra e il centro sinistra. "C'è una situazione di emergenza nella sicurezza e nell'economia e questo richiede subito un governo allargato. Noi saremmo contenti di farne parte ma altrimenti - ha aggiunto - non c'è problema". Lieberman si è quindi augurato che il presidente Rivlin convochi subito Netanyahu e Gantz: "Non c'è tempo da perdere".