FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

India, nuova strage di bimbi in ospedale: 61 morti in 72 ore

Secondo i medici la causa del decesso di almeno 7 dei piccoli è lʼencefalite. Martedì il direttore della struttura era stato arrestato

India, nuova strage di bimbi in ospedale: 61 morti in 72 ore

Nel giro di 72 ore almeno 61 bambini indiani, per lo più neonati, sono morti nell'ospedale Baba Raghav Das di Gorakhpur, lo stesso dove in una settimana all'inizio di agosto erano morti altri 70 piccoli, apparentemente per mancanza di ossigeno. Lo riferiscono i media locali. Secondo fonti sanitarie almeno sette bambini sono morti di encefalite, mentre gli altri sono deceduti per altre malattie.

Un medico addetto al reparto di pediatria che si occupa di encefalite ha spiegato che la situazione potrebbe peggiorare a causa delle piogge e delle inondazioni: "Stiamo ricevendo molti pazienti da Uttar Pradesh orientale, Bihar e Nepal che sono Stati colpiti da una forte ondata di maltempo legata al monsone stagionale, e questo porta ad un possibile aumento del numero dei decessi".

Secondo statistiche disponibili nello stesso ospedale, dall'inizio dell'anno sono morti ben 1.250 bambini per encefalite e nel reparto di rianimazione neonatale. Martedì il direttore dell'ospedale, dottor Rajeev Mishra, e sua moglie sono stati arrestati nell'ambito delle indagini per la morte dei precedenti 70 bambini.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali