FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Giappone, sale il bilancio del tifone Hagibis: 42 morti

Vanno avanti le operazioni di soccorso nelle regioni centro-orientali dellʼarcipelago

Continua a salire il bilancio dei morti causati dal tifone Hagibis in Giappone, mentre vanno avanti le operazioni di soccorso nelle regioni centro-orientali dell'arcipelago. Secondo le ultime rilevazioni, il numero delle vittime ha raggiunto quota 42, al quale si aggiungono 15 dispersi e quasi 200 feriti nel corso del fine settimana.

La prefettura di Nagano è stata quella maggiormente colpita della furia del tifone, dopo il cedimento degli argini del fiume Chikuma, che ha causato l'allagamento di molte arterie stradali, così come i quartieri residenziali nelle principali città della prefettura. Tra i maggiori danni quello registrato a un deposito che conteneva 10 treni super veloci Shinkansen, con un totale di 120 carrozze, trovate sommerse sotto 4 metri di acqua.

 

Secondo il ministero delle Infrastrutture nipponico, il passaggio del tifone ha provocato lo straripamento di almeno 21 fiumi in quattro diverse prefetture. L'agenzia meteorologica nazionale (Jma), ha riferito che alcune località del Giappone centrale hanno ricevuto in due giorni circa il 40% dell'ammontare delle precipitazioni che si verificano nell'intero anno.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali