FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Londra, è morto il padre di Meredith Kercher: l'uomo vittima di una rapina

Per la polizia lʼuomo, 77 anni, sarebbe stato trascinato sullʼasfalto anche se non vi sono testimonianze né immagini di telecamere del presunto scippo

Nuovo lutto nella famiglia di Meredith Kercher: il padre della studentessa uccisa a Perugia nel 2007 è morto per le conseguenze di un sospetto scippo subito a Londra tre settimane fa. John Kercher, 77 anni, è deceduto in ospedale. Dopo l'episodio aveva ripreso conoscenza, ma non era stato in grado di ricordare cosa fosse successo. Secondo la polizia, durante il tentativo di rapina il 77enne era stato trascinato sull'asfalto riportando diverse fratture.

John Kercher abitava a Croydon, alla periferia sud di Londra, e l'incidente rivelatosi fatale era avvenuto di fronte a casa sua. Giornalista professionista in pensione, aveva lavorato per 40 anni per diversi tabloid britannici, in particolare il Daily Mirror e il Sun. Ufficialmente Scotland Yard considera al momento la sua morte come frutto di "cause non spiegate". Non vi sono infatti testimonianze certe, né immagini di telecamere a circuito chiuso del presunto scippo.

 

"A dispetto di tutte le indagini condotte - hanno spiegato gli inquirenti - non siamo ancora riusciti a stabilire in modo definitivo come si sia procurato le ferite, incluse le fratture a un braccio e a una gamba" che alla fine lo hanno portato alla morte. Un elemento di dubbio che accomuna tragicamente la sua fine a quella della figlia minore Meredith, sulla cui uccisione, avvenuta 13 anni le polemiche non si sono mai del tutto spente. Per quella vicenda la giustizia italiana ha infine condannato Rudy Guede a 16 anni per omicidio e violenza sessuale, mentre ha assolto Amanda Knox, studentessa americana e coinquilina di Meredith, con il fidanzato d'allora Raffaele Sollecito.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali