FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Gb, caso Maddie: altri 175mila euro per continuare le ricerche

"Siamo estremamente grati a Scotland Yard e all’Home Office per i continui finanziamenti", hanno dichiarato i genitori della piccola

Sono passati ormai 10 anni dal 3 maggio 2007, giorno in cui la piccola Maddie è scomparsa. La bambina britannica Madeleine McCann si trovava in vacanza con i genitori in Portogallo ed è svanita nel nulla. Proprio i genitori, Kate e Gerry, non si sono mai persi d’animo - nonostante la paura di dover interrompere le ricerche per mancanza di fondi - e credono ancora di poterla trovare sana e salva. A riaccendere le speranze della mamma e del papà della piccola sono i 175mila euro appena donati dal Governo ai poliziotti che si occupano delle ricerche. Secondo Kate e Gerry, infatti, ulteriori indagini potrebbero rivelare ciò che è successo alla figlia.

La gratitudine dei genitori - Il denaro servirà per finanziare le ricerche fino a marzo 2018. Senza i nuovi fondi, tra tre settimane, le operazioni si sarebbero interrotte. “Kate e Gerry sono estremamente grati a Scotland Yard e all’Home Office per i continui finanziamenti - ha dichiarato il loro portavoce - così come ai poliziotti impegnati nelle ricerche”.

L’operazione - L’Operation Grange ha avuto inizio nel 2011. Finora è costata circa 12 milioni 500mila euro. “Non siamo ancora arrivati a una conclusione, quindi continuiamo le indagini con determinazione”, ha dichirato un portavoce di Scotland Yard.

La sparizione - La bambina aveva appena tre anni quando è sparita. I genitori hanno raccontato di averla lasciata senza sorveglianza in una camera da letto del residence dove alloggiavano, a 120 metri di distanza dal ristorante in cui stavano pranzando. In questi dieci anni sono state seguite tante piste, ma poche sono state le risposte.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali