FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Gb, lascia moglie e figli e scappa con la rifugiata ucraina che ospitava da dieci giorni

Bradford, la storia finisce in pasto ai tabloid. Lui: "Ho aderito a un progetto di accoglienza e poi ho incontrato Sofiia. Ora con lei per sempre". L'ex moglie: "Vivono dai suoi genitori"

Instagram

Da rifugiata in Inghilterra a compagna di vita dell’uomo (sposato e padre) che l’ha ospitata.

Il tutto in dieci giorni. È il destino di

Sofiia Karkadym

, 22enne di Leopoli accolta a Bradford da

Tony Garnett

, 29enne guardia giurata. Il giovane, mosso da un motivato senso civico, aveva aderito a un progetto inglese di accoglienza per dare un tetto a chi scappava dalla guerra in Ucraina. Garnett, di fatto, è diventato lo sponsor di Sofiia, il suo garante davanti alle autorità. Peccato che nel breve volgere di pochi giorni tra i due sia scoccata la scintilla. E lui ha lasciato la compagna Lorna e i figli per rifarsi una vita con Sofia.

 


Una storia simile è finita su tutti i tabloid britannici. "Sono innamorato, sono certo di voler passare il resto della mia esistenza con lei", ha detto Garnett al Daily Mail. Sofia ha ammesso di aver avuto un debole per Tony non appena l’ha visto in Inghilterra. E lui, stavolta a The Sun ricorda: "Tutto è iniziato con

la semplice intenzione di fare del bene

, aiutando chi soffre in Ucraina uomo o donna che fosse". Difficile prevedere a priori un’affinità così forte e praticamente istantanea. A oggi sono 33mila gli ucraini arrivati in Gran Bretagna.


 


Anche l'ormai ex moglie della guardia giurata, Lorna, ha raccontato la sua versione dei fatti. Al Mirror ha spiegato che "quei due avevano subito stretto un legame particolare.

Andavano sempre in palestra in coppia

, stavano seduti per ore a parlare in un parcheggio vicino casa. Sabato scorso ho detto basta e le ho urlato di andarsene dalla nostra abitazione". Con massima sorpresa Garnett ha risposto che se ne sarebbe andato via con lei, abbandonando moglie e figli. Ora vivono dai genitori del ragazzo.


 


"Mi dispiace per il dolore provocato ma con Sofia ho scoperto un legame che non avevo mai provato prima" ha chiosato il 29enne sempre al Mirror.


 


"Smettetela di stuprarci": protesta in topless contro la violenza sessuale dei russi in Ucraina sul red carpet di Cannes

In topless e con i colori della bandiera ucraina sul corpo. Un'attivista francese del collettivo femminista SCUM si è introdotta sul red carpet del film di George Miller, "Three thousand years of longing", al Festival di Cannes, per protestare contro "la violenza sessuale sulle donne in Ucraina". Sul petto e sulla pancia - sopra i colori della bandiera - aveva la scritta "Smettetela di violentarci" riferendosi alle notizie di "stupri e torture perpetrate dalle forze russe in Ucraina". La donna è stata fermata durante la protesta.

Leggi Tutto Leggi Meno


TI POTREBBE INTERESSARE

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali