FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Londra, lʼanatroccolo di cioccolato fondente viene definito "brutto": catena di supermercati accusata di razzismo

Nel Regno Unito si è scatenata una vera e propria polemica. Il motivo? Una semplice confezione di anatroccoli di cioccolata pensata per le festività pasquali. Sulla confezione vengono descritti gli animali: quello ll cioccolato al latte è "croccante", quello bianco è "soffice", quello più fondente con delle macchie rosa viene definito "brutto". In molti hanno interpretato questa dicitura come discriminatoria e hanno accusato la catena di supermercati che li ha messi in commercio, Waitrose, di razzismo. Unʼutente ha Twittato: "Molti colleghi dicono che non è giusto. Sono dʼaccordo, non sembra affatto una cosa buona. Cʼerano migliaia di altre opzioni... perché chiamarlo proprio "brutto"". "Siamo molto dispiaciuti per qualsiasi turbamento causato dal nome di questo prodotto, non era assolutamente nostra intenzione offendere qualcuno. Abbiamo rimosso il prodotto dalla vendita diverse settimane fa, abbiamo cambiato lʼetichettatura e ora i nostri anatroccoli sono di nuovo in vendita", ha spiegato un dirigente di Waitrose. Ma questo non ha placato le polemiche. Cʼè anche qualcuno che ha criticato chi ha considerato questa faccenda discriminatoria e razzista. Come un utente di Twitter che ha scritto: "Se volete combattere il vero razzismo, per favore iniziate con le persone, non con le innocenti anatre di cioccolato". Molto probabilmente, scrivono alcuni media inglesi, lʼidea si ispirava alla fiaba danese di Hans Christian Andersen "Il brutto anatroccolo", nella quale un anantroccolo, nato con un colore diverso da quello di tutti gli altri, si trasforma in un bellissimo cigno bianco.

Londra, lʼanatroccolo di cioccolato fondente viene definito "brutto": catena di supermercati accusata di razzismo

Nel Regno Unito si è scatenata una vera e propria polemica. Il motivo? Una semplice confezione di anatroccoli di cioccolata pensata per le festività pasquali. Sulla confezione vengono descritti gli animali: quello ll cioccolato al latte è "croccante", quello bianco è "soffice", quello più fondente con delle macchie rosa viene definito "brutto". In molti hanno interpretato questa dicitura come discriminatoria e hanno accusato la catena di supermercati che li ha messi in commercio, Waitrose, di razzismo. Un'utente ha Twittato: "Molti colleghi dicono che non è giusto. Sono d'accordo, non sembra affatto una cosa buona. C'erano migliaia di altre opzioni... perché chiamarlo proprio "brutto"". "Siamo molto dispiaciuti per qualsiasi turbamento causato dal nome di questo prodotto, non era assolutamente nostra intenzione offendere qualcuno. Abbiamo rimosso il prodotto dalla vendita diverse settimane fa, abbiamo cambiato l'etichettatura e ora i nostri anatroccoli sono di nuovo in vendita", ha spiegato un dirigente di Waitrose. Ma questo non ha placato le polemiche. C'è anche qualcuno che ha criticato chi ha considerato questa faccenda discriminatoria e razzista. Come un utente di Twitter che ha scritto: "Se volete combattere il vero razzismo, per favore iniziate con le persone, non con le innocenti anatre di cioccolato". Molto probabilmente, scrivono alcuni media inglesi, l'idea si ispirava alla fiaba danese di Hans Christian Andersen "Il brutto anatroccolo", nella quale un anantroccolo, nato con un colore diverso da quello di tutti gli altri, si trasforma in un bellissimo cigno bianco.