FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Euro 2020, i calciatori turchi rifanno il saluto militare in campo con la Francia

Polemiche per lʼomaggio dei giocatori ai soldati impegnati nellʼoffensiva contro i curdi in Siria. Era già successo contro lʼAlbania

Calciatori turchi rifanno il saluto militare dopo il gol contro la Francia

Nuovo saluto militare per i calciatori turchi impegnati nelle qualificazioni di Euro 2020. Al momento del pareggio contro la Francia (1-1) allo Stade de France, alle porte di Parigi, diversi giocatori della nazionale di Ankara hanno ripetuto il controverso gesto, omaggiando così i soldati turchi impegnati nell'offensiva contro i curdi in Siria. Era già successo venerdì scorso nel match contro l'Albania.

Sugli spalti lo striscione pro-curdi: "Basta massacri" - Nell'immagine che impazza sui social network, almeno sette giocatori della mezzaluna si sono riuniti vicino al palo del corner posando con la mano destra tesa posata sulla fronte dopo il gol decisivo di Kaan Ayhan, Sul finire della partita sugli spalti è comparso uno striscione filo-curdo che ha scatenato i fischi dei tifosi turchi. "Smetti di uccidere i curdi", si leggeva in lettere rosse. Lo striscione è stato subito rimosso.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali