FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Difesa, la Francia intende equipaggiarsi di droni armati

Stati Uniti e Israele sono stati precursori in questo settore

Difesa, la Francia intende equipaggiarsi di droni armati

La Francia intende equipaggiarsi di droni armati. Lo ha annunciato la ministra Florence Party nel corso di un intervento a Tolone, dinanzi a una platea di militari e parlamentari. “Ho deciso di avviare il processo di armamento dei nostri doni di intelligence e sorveglianza”, ha affermato la ministra.

Stati Uniti e Israele sono stati precursori in questo settore. E, a suo modo, l’Italia, che ha ottenuto dagli Usa l’autorizzazione ad armare i droni americani Reaper.

Secondo un rapporto dei senatori francesi Cedric Perrin e Gilbert Roger - reso pubblico a maggio - i droni armati sarebbero, inoltre, utilizzati in Medio Oriente da Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Iraq, Iran, Pakistan e Turchia, mentre altri Paesi si sono equipaggiati o pensano di farlo.

"Questa decisione interesserà in un primo momento i droni Reaper che abbiamo acquistato dagli Stati Uniti. Si tratterà di dotarsi di armamenti guidati di precisione", ha dichiarato il ministro. Al momento la Francia possiede sei Reaper, ma “sul medio termine – ha precisato Party - il futuro drone europeo di cui realizzeremo gli studi in cooperazione con Germania, Italia e Spagna sarà ugualmente dotato di armamenti".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali