FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Danimarca, decine di lapidi profanate in un cimitero ebraico

Lʼatto vandalico nella 81esimo anniversario della "Notte dei cristalli"

In un cimitero ebraico risalente al 1807 a Randers, cittadina danese dello Jutland, decine di lapidi sono state vandalizzate: alcune dipinte con graffiti verdi, alcune rovesciate, su una è addirittura apparso un adesivo giallo con la stella di David e la scritta "Jude". La polizia sta indagando per risalire all'identità dei responsabili del gesto, avvenuto proprio nell'81esimo anniversario della "Notte dei cristalli".

Una denuncia è stata presentata sabato ma gli investigatori spiegano di non sapere quando gli atti vandalici siano stati fatti. Il cimitero di Randers risale agli inizi del XIX secolo quando la comunità ebraica di 200 abitanti della città era la più grande della Danimarca fuori dalla capitale Copenaghen. Quest'ultima oggi ospita la maggior parte dei 6mila ebrei del Paese. 

 

"Noi abbiamo il più antico cimitero ebraico della Danimarca e lo proteggeremo sempre, come proteggiamo tutti i cimiteri". E' quanto ha dichiarato Torben Hansen, il sindaco di Randers, commentando la profanazione "codarda e spregevole" del cimitero della cittadina nell'ovest della Paese.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali