FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Cina, bambino arriva a scuola congelato dopo 4 km a -9 gradi: la foto è virale

In aula con i capelli ghiacciati e le mani spaccate dal freddo

Cina, bambino arriva a scuola congelato dopo 4 km a -9 gradi: la foto è virale

Arriva dalla Cina la foto che sta facendo commuovere il web: è quella di un bambino di dieci anni arrivato a scuola con i capelli ghiacciati e le mani spaccate dal freddo dopo aver percorso quattro chilometri a piedi alla temperatura di -9 gradi. Il piccolo è uno dei molti "liushou", i bambini "lasciati indietro" in un Paese dove megalopoli futuristiche convivono con aree rurali in cui le case sono costruite con fango essiccato.

Il bambino vive in una capanna con i suoi nonni, dato che i genitori sono in città differenti per lavoro. Lo sviluppo industriale cinese negli anni ha costretto quasi 300 milioni di contadini a lasciare le campagne per trovare lavoro in catene di montaggio e cantieri. "Mi piace molto la scuola, possiamo avere pane con il latte a pranzo e si imparano un sacco di cose belle", ha detto il bambino la cui foto è diventata subito virale. Molti cinesi, sui social network, si sono mobilitati per fornire stufe e giacche agli alunni della sua zona.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali