FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Mondo >
  • Charlie, fermi nella banlieue di Parigi Usa: 20 cellule dormienti in Europa

Charlie, fermi nella banlieue di Parigi Usa: 20 cellule dormienti in Europa

Perquisizioni nella notte nella periferia della capitale, in una serie di raid legati agli attentati terroristici di settimana scorsa. Scuole ebraiche chiuse a Bruxelles, Anversa, Amsterdam. John Kerry: "Uniti vinceremo"

- Blitz della polizia nella banlieue di Parigi nella notte in una serie di raid legati agli attentati terroristici della settimana scorsa: gli agenti hanno fermato 12 persone, tra le quali anche il complice di Amedy Coulibaly. Cessato allarme alla Gare de l'est, evacuata per oltre un'ora in seguito a un pacco sospetto. Il segretario di Stato americano John Kerry in visita nella capitale ha affermato: "Francia e Stati Uniti si battono insieme, vinceremo".

Il complice di Coulibaly, rivela iTelé, ha fornito al terrorista il più rilevante supporto logistico e in particolare l'auto su cui viaggiava prima della sparatoria a Montrouge.

Media Usa: "Almeno 20 cellule dormienti in Europa" - Ci potrebbero essere fino a 20 cellule jihadiste dormienti in Europa pronte ad agire in Francia, Germania, Belgio e Olanda. In tutto sarebbero composte da 120-180 uomini. E' quanto affermano fonti dell'intelligence occidentale alla Cnn, che parlano in particolare di "minaccia imminente" di attacchi in Belgio e in Olanda.

Valls: "Minaccia mai così forte" - Resta altissimo l'allarme nelle parole del primo ministro Manuel Valls, che ai microfoni di Europe 1 dice: "La minaccia non è mai stata così forte. Lo stato islamico può essere in grado di fare attentati in Europa". E aggiunge che la minaccia "è lungi dall'essere finita".

Ko siti media in Francia: forse attacco informatico - Diversi siti di media francesi sono fuori uso per quello che sembra un attacco informatico: la radio France Inter, il sito di informazione Mediapart, il sito 20minutes e anche Le Parisien, fra gli altri, sono irraggiungibili.

Gare de l'est, cessato allarme - Intanto, la Gare de l'est di Parigi è stata riaperta alle 9,30 di venerdì mattina dopo essere stata evacuata dalle forze dell'ordine in seguito al ritrovamento di un bagaglio abbandonato sospetto. A far scattare l'allarme è stata una telefonata anonima. Sono subito state avviate le perquisizioni da parte degli artificieri e disposta la chiusura della Gare.

Le ferrovie francesi hanno fatto sapere che "la presenza di un bagaglio abbandonato e non identificato in stazione" ha comportato "l'applicazione del piano Vigipirate" di protezione contro gli attacchi terroristici. Centinaia di viaggiatori sono rimasti per oltre un'ora in attesa nel piazzale esterno alla stazione.

Scuole ebraiche chiuse a Bruxelles, Amsterdam, Anversa - Dopo la maxioperazione di polizia contro una presunta cellula di jihadisti in Belgio (due morti e due arresti), sono state chiuse le principali scuole ebraiche di Bruxelles, Anversa e Amsterdam e l'allerta sicurezza nel Paese è stata elevata a un livello di tre su quattro. Si è scoperto intanto che erano di origine cecena i membri della cellula jihadista di Verviers.

Tredici arresti in Belgio - Tredici persone sono state arrestate durante la maxi-operazione della polizia belga e dodici abitazioni perquisite, dice la Procura federale di Bruxelles. Due persone sono state arrestate in Francia e per loro è stata chiesta l'estradizione. Secondo la Procura stavano preparando un attentato contro la polizia. L'attacco poteva essere sferrato ovunque sul territorio del Paese, sia contro commissariati sia contro agenti sulla strada ed era stato messo in programma a brevissima scadenza: era questione di ore o al massimo di giorni.

Ue, alzato il livello d'allerta - A titolo precauzionale, la Commissione europea ha deciso di alzare il livello d'allerta contro il rischio di attacchi terroristici.

TAG:
Parigi
Francia
Charlie hebdo