FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Brexit, Theresa May scopre le carte: "Lʼavvio del divorzio dallʼUe avverrà entro marzo"

Lʼannuncio del premier britannico: "Invocheremo lʼarticolo 50 del trattato di Lisbona per lʼavvio formale dellʼiter"

La Gran Bretagna attiverà all'inizio del 2017, al massimo "entro marzo", l'articolo 50 del trattato di Lisbona per l'avvio formale dell'iter di divorzio dall'Ue. Lo ha detto il premier Theresa May alla Bbc nella giornata di apertura della Conferenza annuale del Partito Conservatore a Birmingham. In precedenza, in un articolo sul Sunday Times, aveva detto che l'attivazione sarebbe partita prima delle elezioni tedesche di settembre.

La procedura di uscita dall'Unione europea durerà poi due anni. "Introdurremo nel prossimo discorso della regina (previsto tra aprile e maggio, ndr), una legge che tolga l'European Community Act" dall'ordinamento britannico, ha dichiarato ancora la May.

"Referendum legittimo, lasceremo l'Ue" - Il premier britannico ha poi ribadito che il referendum sulla Brexit "è stato legittimo, anzi è stato il più grande voto per il cambiamento che questo Paese abbia mai avuto". Alla conferenza annuale del Partito Conservatore, la May ha inoltre sottolineato che "Brexit significa Brexit" e che "la Gran Bretagna lascerà l'Ue". Ironizzando poi su chi rifiuta il risultato del referendum o pensa di ricorrere alle corti di giustizia, ha esclamato: "Ma andiamo...".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali