FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Arabia Saudita, dal 2018 le donne potranno andare allo stadio

Si tratta di unʼulteriore importante conquista per le donne dopo che il mese scorso è stato revocato il divieto di guida

Arabia Saudita, dal 2018 le donne potranno andare allo stadio

Le donne in Arabia Saudita potranno entrare negli stadi per assistere ad eventi sportivi dall'anno prossimo. Lo hanno reso noto le autorità, sottolineando che la riforma entrerà in vigore nelle prime tre città del regno, Riad, Gedda e Damman. Si tratta di un'ulteriore importante conquista per le donne dopo che il mese scorso è stato revocato il divieto di guida.

"Presto ristruttureremo stadi per poter accogliere le famiglie" - La notizia è stata annunciata dal presidente dell'Autorità Generale dello Sport saudita, Turki Al Asheikh. "Cominceremo a ristrutturare i principali stadi a Riad, Dammam e Gedda affinché possano ricevere le famiglie a partire dal 2018", ha dichiarato Al Asheikh, che è anche presidente del Comitato Olimpico dell'Arabia Saudita.

L'iniziativa a favore delle donne arriva subito dopo la nomina della principessa Reema bint Bandar a presidente della Federazione saudita per le comunità sportive.

Le "aperture" saudite rientrano nella battaglia condotta dal principe Mohammed Bin Salman per modernizzare la società saudita e per stimolare la crescita dell'economia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali