FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

ArcelorMittal chiede "5mila esuberi, scudo penale ininfluente per il recesso del contratto" | Il governo: inaccettabile

Si discute in Cdm sul nodo ex Ilva dopo il tavolo tra i dirigenti della multinazionale e il premier Giuseppe Conte. La strada è in salita

conte sindacati palazzo chigi gualtieri politica

Il tavolo a Palazzo Chigi sulla vertenza ArcelorMittal ha aperto uno scenario in salita per il governo. La multinazionale, per bloccare il recesso del contratto di affitto dell'acciaieria, ha chiesto "l'esubero di 5mila lavoratori". Non sarebbe pregiudiziale, invece, la questione dello scudo penale. L'esecutivo studia un decreto per "mettere in chiaro pubblicamente  le cose e le posizioni". La Fim annuncia uno sciopero di 24 ore.

  • 06 nov

    ArcelorMittal chiede "5mila esuberi", per il governo è inaccettabile

    "Discussione molto preoccupata e responsabile" in Consiglio dei ministri sull'ex Ilva. Durante l'incontro con i vertici di ArcelorMittal, infatti, l'azienda avrebbe espresso la necessità di mettere sul tavolo 5mila esuberi. Condizione, viene spiegato, che il governo "non può neanche prendere minimamente e lontanamente in considerazione". La questione dello scudo penale, invece, non sarebbe pregiudiziale per Arcelor Mittal. Il governo starebbe comunque discutendo sulla possibilità di intervenire per decreto per "mettere in chiaro pubblicamente  le cose e le posizioni". La discussione è ancora in corso.

  • 06 nov

    I siti ex Ilva in Italia e il numero di dipendenti retrocessi - GRAFICA

    ArcelorMittal, i siti ex Ilva in Italia e il numero di dipendenti retrocessi

  • 06 nov

    Ex Ilva, iniziato il Consiglio dei ministri

    E' iniziato con circa un'ora e mezza di ritardo rispetto al previsto il Consiglio dei ministri a Palazzo Chigi. Al termine e' in programma una conferenza stampa sulla vicenda ex Ilva.

  • 06 nov

    Lega: battaglia per scudo penale, serve un lavoro di squadra

    Reintrodurre lo scudo penale per la gestione dell'ex Ilva tramite emendamenti a tutti i provvedimenti utili che arriveranno in Senato: questa l'iniziativa confermata dalla Lega, che sostiene quindi il progetto lanciato da Forza Italia e sostenuto da tutto il centrodestra. "Serve un lavoro di squadra per tutelare l'impianto", ha detto il capogruppo del Carroccio a Palazzo Madama Massimiliano Romeo. 

  • 06 nov

    Fim-Cisl: alta adesione allo sciopero

    Lo sciopero proclamato dalla sola Fim "sta avendo un'alta adesione", come fa sapere la stessa sigla sindacale sottolineando che è bloccata l'acciaieria 1. "Il blocco sta creando forti disagi a tutto l'impianto siderurgico - dice la Fim -. E' attiva una sola colata su cinque. L'azienda ha tentato di precettare i lavoratori per la messa in sicurezza dell'impianto non trovando riscontro. L'acciaieria 1 va verso il blocco totale con gravi conseguenze non solo in termini di produzione. Per giovedì è previsto il blocco della portineria C con relativo blocco dei camion". 

  • 06 nov

    Sciopero Fim, l'azienda "comanda" il lavoro a 80 operai

    ArcelorMittal ha comunicato alla Fim Cisl e ai lavoratori interessati di aver disposto per 80 operai la "comandata" sugli impianti dei reparti Acciaieria e Gestione rottami ferrosi in occasione delle 24 ore di sciopero proclamato. La società spiega di dover ricorrere alla "comandata" (che in base agli accordi sindacali è un obbligo per i lavoratori interessati) "in ragione dei danni strutturali provocati in occasione dello scioper del 10 luglio che hanno determinato la rottamazione di sette carri siluro". 

  • 06 nov

    Boccia: "La politica abbia il senso del limite per risolvere il problema"

    Il presidente degli industriali Vincenzo Boccia si augura "che ci sia spazio per una soluzione e che la politica abbia il senso del limite, che a volte si supera e poi gli effetti purtroppo arrivano. E' una responsabilità della politica, adesso la politica risolva le questioni che ha determinato". 

  • 06 nov

    Boccia: "Nuova cordata? Non so quando la si troverà"

    Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commenta così la vicenda dell'ex Ilva: "Una nuova cordata per salvarla? Non so quando la si trova e chi paga tutti questi lavoratori. Ricordo che non si parla solo dello stabilimento di Taranto, ma di tanti stabilimenti in Italia. Il problema è chi paga. C'è qualcuno in questo Paese che prescinde dalle risorse, a meno che non voglia battere moneta e pagare direttamente da solo".  

  • 06 nov

    Terminato il vertice a Palazzo Chigi

    E' terminato il vertice a Palazzo Chigi tra il governo e ArcelorMittal.

  • 06 nov

    Salvini: "Faremo di tutto perché l'azienda prosegua l'attività"

    "Faremo di tutto perché l'attività degli stabilimenti siderurgici prosegua. E' un'industria fondamentale, assolutamente impossibile da perdere". Lo ha affermato il leader della Lega, Matteo Salvini, interpellato al Senato.
     

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali