FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Sovraffollamento carceri, Giachetti a Tgcom24: "Avanti con lo sciopero della fame"

Eʼ in sciopero della fame da tre settimane e non ha alcuna intenzione di interromperlo. Roberto Giachetti, deputato di Italia Viva, interviene a Tgcom24 sullʼemergenza carceri. "Sovraffollamento, quasi un suicidio ogni due giorni da gennaio: siamo in emergenza come nel 2013, quando la Corte europea condannò lo Stato italiano. Allora nelle carceri italiane cʼerano 66mila detenuti, ora sono 61mila".

Per Giachetti è inutile parlare in questa fase di costruire nuove carceri o usare locali come ex caserme per la detenzione. "Andrò avanti con lo sciopero della fame finché non avrà la certezza che in commissione Giustizia, verrà individuata una soluzione, la mia o un'altra".
 
La proposta suggerita da Giachetti prevede la liberazione anticipata speciale, cioè uno sconto di pena pari a 75 giorni per ogni singolo semestre di pena espiata, anziché i 45 giorni previsti dalla liberazione anticipata disciplinata dall'articolo 54 della legge sull’ordinamento penitenziario.
 
"E' già stata adottata ai tempi della condanna della Corte di Strasburgo e poi durante la pandemia di Covid – ricorda Giachetti –. Non è uno svuotacarceri. Se non va bene sia la maggioranza a indicare una soluzione, perché la situazione è drammatica"
Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali