19.11.2012

Assenze a scuola: quante se ne possono fare?

Tutto quello che c’è da sapere sulle assenze: i limiti massimi e le formule per il calcolo della propria situazione personale

foto LaPresse
13:46 - Allarme assenze: tra occupazioni, autogestione, manifestazioni, malattie e assenze più o meno giustificate, molti di voi iniziano ad avere paura di essere bocciati per via delle nuove regole sulle assenze. Ecco quindi la guida di Skuola.net per capire come funzionano questi famosi quanto temuti “50 giorni di assenza” in un anno per vincere una bocciatura.

COSA DICE LA LEGGE
Il tutto è regolato dall’art. 14, comma 7 del DPR 122/2009, il quale stabilisce che: “...ai fini della validità dell’anno scolastico,[...], per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all’esame finale di ciclo”.

ALMENO I TRE QUARTI DELLE ORE
Per non rischiare di essere bocciati occorre, quindi, frequentare almeno i ¾ delle ore di lezione previste- Il conteggio delle ore è comprensivo anche della didattica opzionale che rientra nel curriculum individuale di ogni studente.

LA FORMULA DEL PROMOSSI O BOCCIATI A questo punto il problema è calcolare il restante ¼ di ore di lezione che si possono perdere e quindi, determinare quante assenze a scuola si possono fare. Visto che la scuola deve durare almeno 200 giorni, la regola del ¼ di ore di lezione si applica ai giorni: per non essere bocciati non bisogna superare 50 giorni di assenza. Si tratta comunque di una semplificazione: giorno più o giorno meno, facendo 50 giorni di assenza generalmente si arriva a mancare a circa 1/4 dell'orario scolastico annuale. E' sempre bene controllare a metà anno a che punto si è. Come fare? Basta prendere la pagella di fine quadrimestre: per ogni materia viene indicato il numero di ore di assenza insieme al voto, fate la somma e otterrete la vostra situazione a metà anno.

OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile