Salute
27.7.2012

Troppo cloro in piscina fa male alla pelle

Secondo gli esperti dell'International hair research Foundation il rischio è la follicolite

foto Afp
16:37 - La piscina, per chi rimane in città, può rappresentare l'unica fonte di refrigerio nell'afa estiva. Ma anche un innocuo tuffo potrebbe mettere a rischio la salute della pelle. A volte, i livelli di cloro utilizzato per igienizzare l'acqua sono troppo alti.
A lanciare l'allarme è l'équipe di Fabio Rinaldi, presidente dell'International hair research Foundation.
Rinaldi spiega: “Un'esposizione eccessiva e reiterata al cloro può causare danni serissimi alla pelle e ai capelli”.

Cloro sotto accusa

I livelli di cloro troppo alti sarebbero addirittura pericolosi per il nostro organismo.
Rinaldi aggiunge: "Il cloro presente nell'acqua delle piscine è estremamente irritante, è pericoloso soprattutto per le persone con pelle secca o per chi soffre di patologie come la dermatite atopica e simili, comuni a molte persone. Una sua eccessiva concentrazione può portare a fenomeni di follicolite anche gravi".

Cos'è la follicolite

Si tratta di un'infiammazione che riguarda il follicolo pilifero, caratterizzata dalla presenza di una pustola.

A rischio anche i capelli

Secondo il dermatologo sono in pericolo anche le chiome dei bagnanti. Rinaldi denuncia: “Il cloro fa malissimo anche ai capelli perché il fusto si rovina e si decolora”. 

Come prevenire

Dai dermatologi, però, arrivano una serie di consigli utili per prevenire situazioni spiacevoli e l'insorgere di gravi problemi: “Dopo ogni bagno in piscina è consigliabile sciacquarsi la chioma con acqua dolce in modo da asportare i residui di cloro. Utile anche, a fine giornata, utilizzare creme idratanti e i balsami per capelli”.
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile