FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Stupro Rimini, esponente salviniano: quando succederà alla Boldrini?

Poi il dietrofront di Saverio Siorini, segretario cittadino di San Giovanni Rotondo (Foggia): "Il mio post frainteso e strumentalizzato"

Stupro Rimini, esponente salviniano: quando succederà alla Boldrini?

"Ma alla Boldrini e alle donne del Pd, quando dovra' succedere?" E' ciò che si domanda su Facebook il segretario cittadino di San Giovanni Rotondo (Foggia) di Noi con Salvini, Saverio Siorini, dopo aver condiviso la notizia dello stupro di gruppo di Rimini. Dopo alcune ore e pesanti insulti ricevuti su Fb, Siorini è tornato sull'argomento facendo marcia indietro: "Capisco che il mio post è stato frainteso e anche strumentalizzato".

"E' tanta la rabbia per questa giovane donna stuprata, e il silenzio della Boldrini e di tutte le femministe (che hanno preferito accanirsi su di me), che non ci ho visto più", ha poi ptrecisaro Siorini. "Ovvio che non era mia intenzione augurare il male a nessuno, con questo non cambio idea: auguro una castrazione chimica a tutti gli stupratori e la rabbia del popolo a tutti i complici del Pd".

Nel primo post contro la Presidente della Camera e le donne del Pd, Siorini era stato abbastanza esplicito e aveva spiegato che la sua rabbia era dovuta al fatto "che le stesse hanno votato in Parlamento la volontà di aiutare gente simile di dubbia moralità".

"Ovvio che lo stupro non si augura a nessuno - aveva precisato -, ma questa è una provocazione che nessuno ha recepito. Ancor più strano è che la Boldrini non ha preso ancora una posizione contro questa odiosa recrudescenza di stupri visto che vede come protagonisti i suoi amici immigranti?".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali